Affezionarsi a una canzone è facile se ti è stata accanto in un momento fondamentale della tua vita, come quello della nascita di un figlio.

Per questo sono stata felice di portare mia figlia a sentire, 10 anni dopo, il concerto degli autori della canzone legata alla sua nascita.

Ieri sera, grazie a un evento organizzato da Mondo Convenienza per festeggiare la riapertura dei locali rinnovati del punto vendita di Perugia, ho potuto riascoltare – stavolta dal vivo – il tormentone del 2006 degli Zero Assoluto, uscito nell’anno in cui un sogno si stava avverando e io e mio marito stavamo diventando famiglia.

Mi ricordo con tenerezza il mio pancione e tutte le volte che ho canticchiato alla cucciola in arrivo il buffo ritornello che, una volta nata, calmava mia figlia nei momenti di agitazione: una grande risorsa.

Quindi venerdì sera io (la mamma) Marco (il papà) e la figlia Matilde ci siamo incamminati verso Taverne di Corciano. Ci  siamo divertiti a iniziare dall’apertura con Gigi e Ross che, nonostante io non sia una grande amante del genere “comici”, ci hanno fatto ridere tutti e tre insieme. E pare si siano divertiti anche i bersagli del siparietto Tuturututuruttu, che di lì a poco avrebbero cantato…

La location non convenzionale è stata all’altezza della situazione – e con i jingle promozionali cantati e ballati sul palco mi ha ricordato un po’ gli anni ’80. C’era tanta gente ma l’organizzazione è stata impeccabile.  Punti ristoro e gadget compresi.

Un buon modo di far avvicinare i più piccoli alla dimensione dei concerti, che spesso sono troppo caotici per poterli vivere serenamente con i più piccoli.

Dopo gli Zero Assoluto hanno suonato gli Stadio – che nonostante gli anni sono ancora molto rampanti!

Ultima nota: ci hanno affascinato i droni che volteggiavano sul pubblico, chissà se da lassù hanno visto i balletti dei fan scatenati che stavano vicino a noi!

 

Michela Angeletti

Buzzoole