Pintoricchio, il ritratto della musica

Orsù, su car signoriAlcuni eventi culturali sono di una tale importanza e ampiezza che scatenano una miriade di occasioni collaterali. La mostra del Pintoricchio, che si chiude a fine giugno, ha movimentato tutta l’Umbria, aprendo gli occhi ai visitatori autoctoni e convogliando l’interesse dei turisti, venuti a visitare la grande mostra e gli itinerari collaterali dedicati all’artista perugino.

Questo colossale evento d’arte e di cultura ha una colonna sonora, all’altezza della situazione.

Orsù, su car signori” è un progetto realizzato sotto la direzione artistica di Daniele Bernardini, musicista da anni impegnato nella ricostruzione di grandi affreschi musicali del passato (ricordiamo ad esempio quelli sul Perugino e sul Ghirlandaio). Con l’ensemble umbro LAUS VERIS e con la collaborazione di musicisti e studiosi provenienti da tutto il mondo, Daniele Bernardini in questo suo “Pintoricchio, il ritratto della musica” ha creato un lavoro prezioso e raro.

Si parte innanzitutto dalla ricostruzione fedele degli strumenti musicali che i musici utilizzavano all’epoca del Pintoricchio, ricostruiti basandosi sia sulle raffigurazioni presenti nell’opera del grande artista perugino sia recuperando le descrizioni dai manoscritti e dai codici dell’epoca del Pintoricchio.

Il lavoro filologico non si ferma chiaramente solo alla tecnica, ma prosegue nei contenuti, per ricostruire un’esperienza artistica fatta di letture (canti carnacialeschi, strambotti, brani, citazioni) e tanta buona musica, suonata con la prestigiosa collaborazione di esecutori provenienti da Parigi, Lione, Basilea , Torino, Roma e Urbino.

Chi visita la mostra del Pintoricchio e subisce il fascino di quell’epoca, non si lasci scappare questa occasione. Il CD, con il suo libretto ricco di documentazione e illustrazioni, è in vendita nei luoghi espositivi legati al Pintoricchio e solo lì. Non pensate di trovarlo nel vostro negozio di dischi preferito!

Chi ha visitato la mostra e desidera rievocarne la bellezza e le suggestioni ascoltando il CD, può comunque contattare l’Ensemble LAUS VERIS, visitando il loro sito: www.lausveris.it

One thought on “Pintoricchio, il ritratto della musica

  1. Pingback: Pintoricchio, aperti fino al 31 agosto « my Perugia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...