Enoteca del Caffè di Perugia

Musica dal vivo

Musica dal vivo

Capita che per ragioni imprecisabili ci si allontani per qualche tempo da un locale e che poi, per puro caso, ci si ripassi in una serata qualunque – che si scopre essere una Serata Speciale.

Il giovedì sera all’Enoteca del Caffè di Perugia c’è musica dal vivo. Non il pianobar di sottofondo. Proprio un complesso che suona, canta e coinvolge chi si vuole divertire, tra una bruschetta agli olii umbri e un ottimo bicchiere di vino. Così giovedì scorso, rifugiatomi con mia moglie al riparo di un locale accogliente e pursempre di grande fascino come il Caffè di Perugia, ho scoperto che l’Enoteca è sempre lì al suo posto in fondo alle scale, con la sua boiserie, gli scaffali con le bottiglie, quel bel bancone di legno e tanta tanta gente che mangia, degusta e a volte non si trattiene dal cantare una canzone che Nico (il cantante) piazza lì apposta per scatenare il pandemonio.

E così in una serata fredda, di ritorno da una Milano completamente bloccata dalla neve, ho potuto ritrovare una perla nel cuore di Perugia, senza dover prendere l’auto e fare chilometri per cercare atmosfere che ho qui a portata di passeggiata. In centro, scartando da Corso Vannucci in via Mazzini e imbucandomi nello stretto e accogliente corridoio che introduce al Caffè.

080120092006Le sorprese non finiscono con la musica dal vivo (che c’è solo il giovedì). L’altra cosa interessante è che il menu è in equilibrio tra quello che ti aspetteresti da un’enoteca (salumi e formaggi di eccellente qualità, un’ampia scelta di vini al bicchiere) e quello che potresti desiderare da un ristorante (alcuni piatti sono mutuati proprio dal menu del ristorante soprastante). Alcune differenze di rilievo con il ristorante riguardano la spesa: non si paga il coperto e tutto costa quanto deve, ovvero non tanto da trasformarsi in un ristorante e non tanto poco da catapultarci in una bettola. Insomma la qualità che ci si aspetta, ma con una possibilità di scelta che consente a tutti di godere di una splendida serata.

080120092008Appena entrati siamo stati accolti da un bicchiere di prosecco e uno squisito appetizer di deliziosi salumi, in attesa dell’ordinazione. La carta dei vini parte da proposte a tre euro e mezzo per arrivare alla disponibilità di una interessantissima selezione di champagne al bicchiere (compreso il Sagrantino Champenois, una delle più recenti novità della champagneria del Caffè di Perugia).080120091999

La cena è stata davvero divertente. Abbiamo scelto il Tete de Moine, una piccola forma di formaggio che viene servita su un tagliere e che ci si serve da soli in modo molto originale.

Chi viene dopo la chiusura della cucina (penso a chi esce dal cinema e vuole mangiare a Perugia dopo le 22) potrà deliziarsi di salumi, formaggi, bruschette. Chi viene prima, avrà la possibilità di una vera e propria cena, dalla carbonare al foie gras alla fonduta svizzera, per arrivare agli squisiti dessert (se siete almeno in due non perdetevi la crema tiepida servita con i biscotti).

Poter passare una serata deliziosa in un posto tanto bello spendendo anche soltanto 11 euro mi pare una cosa fenomenale. Noi però non abbiamo resistito: la nostra è stata una vera e propria cena dall’antipasto al dessert: il locale era pieno di gente simpatica, la musica ci ha travolti e la spesa finale è stata di 50 euro in due. Ammettiamolo: non è niente male.

Probabilmente ci vedremo lì domani sera.

Marco di supersalute.com

3 thoughts on “Enoteca del Caffè di Perugia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...